/ non solo cocktail

REGOLE DI BUSINESS AL BANCO BAR

REGOLE DI BUSINESS AL BANCO BAR

Un’avventura o un percorso a ostacoli? Un sogno o un progetto? Soprattutto, dove è iniziato e come si è articolato il percorso che ci ha condotto al nostro bar o al nostro ristorante? Proviamo a ripercorrere assieme le fasi che portano all’apertura del nostro agognato locale e valutiamo di aver fatto tutti i passi corretti.

L’obiettivo? Semplicissimo, spuntare ciò che si è fatto, annotarsi i punti omessi e soprattutto assicurarsi di migliorare la gestione aziendale. Prima di tutto occorre rivalutare di essere in possesso dei requisiti, personali, professionali e strutturali, previsti dalla legge per esercitare l’attività di somministrazione di alimenti e bevande e, se necessario, frequentare i corsi SAB, HACCP e quelli riguardanti le norme in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e prevenzione incendi. Altrettanto importante è sincerarsi, possibilmente con l’aiuto di un geometra o di altro tecnico specializzato, che il fondo che abbiamo individuato sia in possesso della giusta destinazione d’uso, dei requisiti edilizi e urbanistici e quindi della idoneità sanitaria. Il possesso di tali requisiti dovrà essere autocertificato tramite l’invio della SCIA e tutta la documentazione accuratamente conservata. A questo punto, dopo il primo nutrito assaggio di burocrazia e prima di proseguire con l’elenco degli altri adempimenti (societari, fiscali, in materia di igiene e sicurezza, licenze UTF per alcolici e liquori, AAMS per tabacchi, per slot, ecc.) sarà opportuno concentrarsi di nuovo sul proprio progetto di impresa e redigere il tanto famigerato business plan o piano d’affari, spesso considerato uno strumento complesso, adatto solo ad aziende di alto livello. In realtà è uno strumento semplice, indispensabile per l’analisi preventiva dei rischi e benefici di qualsiasi impresa.

Partire… dalla fine...

Suggerisco di partire dalla fine, cioè valutare i possibili incassi del nostro locale. Per far questo il primo indicatore da definire è l’importo dell’unità di  vendita, nel nostro caso generalmente definita come scontrino medio. In teoria lo scontrino medio sarebbe dato dal rapporto tra incasso della giornata e numero di scontrini emessi tenendo conto sempre delle presenze, la realtà è però più complessa: è probabile infatti che alcuni dei vostri clienti prendano solo un caffè, qualcuno un caffè o un cappuccino e una brioche, altri vengano con gli amici e in uno scontrino mettano tre caffè e altrettanti bicchieri d’acqua. Per semplicità quindi, considerate uno scontrino medio convenzionale dei bar italiani il costo dell’espresso moltiplicato per 1.8: con un espresso a 1 euro lo scontrino medio è di 1,80 euro. Ma questo dato può variare molto se il bar offre anche pasticceria, gelateria, lunch o aperitivi, se è posizionato in un centro storico anziché in una zona industriale o in un centro commerciale, se offre servizio al tavolo o solo al banco, ecc. Non è un compito semplicissimo questo, e forse è una di quelle volte in cui lavorare con un esperto o consulente può essere importante. Fate attenzione a rinunciare a spendere mille euro per un tipo di rifinitura e a risparmiare su ruoli che invece possono evitare errori fatali....

barman

Le Sette Regole Per Aumentare Gli Incassi

  1. Considerare la location e il target di clienti per tarare l’offerta;
  2. Ideare situazioni e occasioni per spingere al consumo i clienti;
  3. Mettere in esposizione i prodotti che possono attrarre la clientela;
  4. Strutturare offerte che comprendano prodotti con prezzi diversificati;
  5. Organizzare degustazioni o altre iniziative per colpire un target preciso;
  6. Essere sempre propositivi nei confronti del cliente, senza però eccedere;
  7. Variare gli assortimenti periodicamente.
Logo federazione italiana barman

Iscriviti alla nostra Newsletter.

+ Per rimanere sempre in contatto con noi.
+ Per restare informato sulle ultime novità dal mondo del bar.
+ Per partecipare alle nostre attività di formazione professionale.
+ Per ricevere le offerte di lavoro dal mondo dell’ospitalità.

Iscriviti ora

Ultimi articoli...

May 2022
Fondi di caffè: nuove idee di riciclo

Fondi di caffè: nuove idee di riciclo

March 2022
La birra artigianale per la legge italiana.

Il concetto di “birra artigianale” in Italia è diventato di pubblico dominio da circa una decina d’anni. L’espressione è ormai conosciuta e utilizzata dalla stragrande maggioranza della popolazione e sono lontani i tempi in cui era appannaggio di una stretta cerchia di appassionati, in questo articolo facciamo un po di chiarezza.

February 2022
I migliori libri sui cocktail (aggiornato al 2022)

📚14 dei migliori libri sui cocktail attualmente in circolazione.


Categorie
Chiacchiere da Bar
Appunti e Curiosità
Trova lavoro