/ Appunti e curiosità

Il Re dei Cognac

Il Re dei Cognac

Il re dei Cognac

Louis XIII

Non è il più caro in assoluto, pur non essendo esattamente a buon mercato. Ma sicuramente è uno dei più conosciuti e ricercati: Louis XIII, della maison Remy Martin.

Questo Cognac, nasce nel 1874, per celebrare i 150 anni dell’azienda, e viene prodotto utilizzando esclusivamente le uve provenienti dalla regione della Grande Champagne, il suo nome è un omaggio all’omonimo sovrano di Francia, il suo colore brillante, l’intenso profumo e il particolare gusto speziato sono il risultato di un blend di 1.200 differenti acquaviti, invecchiate dai 40 ai 100 anni in botti secolari di legno di quercia. Ciliegina sulla torta è la preziosa bottiglia che contiene questo nettare, di cristallo e numerata, perchè ognuna è unica, e con il caratteristico tappo a forma di giglio.

Al naso esprime un incredibile ventaglio olfattivo di frutta secca, datteri, uva passa, fichi e nocciole tostate, insieme a sensazioni di scorza candita e spezie dolci come cannella e anice stellato, oltre a sentori tostati di caffè, tabacco e cuoio. Incredibilmente, ogni volta che si mette il naso nel bicchiere, si avverte un nuovo profumo, di grande respiro ed ampiezza. La bocca è la perfetta conferma del naso, avvolgente e suadente, morbida e muscolosa, in una percezione di calore ben integrata da una grande struttura che non porta mai alla fine. Infinito come la la sua persistenza, immensa e ricca di ritorni fruttati, floreali e tostati.

Durante il regno di Luigi XIII, la famiglia Rémy Martin si insedio’ nella regione di Cognac. Centocinquanta anni dopo, i figli dei figli dei figli decidono di nominare il cognac di casa più prestigioso proprio come il Monarca del periodo in cui iniziò la grande Chance e ricchezza. Il cognac Louis XIII è ancora oggi uno dei migliori al mondo. 

Logo federazione italiana barman

Iscriviti alla nostra Newsletter.

+ Per rimanere sempre in contatto con noi.
+ Per restare informato sulle ultime novità dal mondo del bar.
+ Per partecipare alle nostre attività di formazione professionale.
+ Per ricevere le offerte di lavoro dal mondo dell’ospitalità.

Iscriviti ora

Ultimi Appunti e Curiosità...

December 2021
Quanti chilometri fa un barista al giorno? Alcuni consigli su come predisporre le attrezzature al Bar.

Oltre che un capace gestore, un buon comunicatore e un esperto gourmet, il bravo barista è anche... Un atleta provetto! Tra la macchina del caffè, il frigorifero e il bancone ogni giorno infatti macina letteralmente chilometri. Per questo, disporre intelligentemente le attrezzature è fondamentale per l’efficienza del bar, ma è anche importante per risparmiare un po’ di energia.

December 2021
La Latte Art e tutte le tecniche per decorare il cappuccino

Un cappuccino dall’accurata decorazione, strappando un sorriso, permette ad un bar di farsi ricordare: si chiama “Latte Art” questa nuova forma di arte, dalla realizzazione non difficile, ma che richiede vere e proprie regole e una tecnica speciale.

December 2021
Bar in Italia: i dati Fipe “fotografano” la situazione del nostro Paese.

In Italia amiamo frequentare bar, caffetterie e pasticcerie, come dimostrano i dati Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi); vediamo cosa emerge dal Rapporto Ristorazione, per scoprire meglio le abitudini di consumo nel nostro Paese.

Categorie
Non solo cocktail
Chiacchiere da Bar
Trova lavoro