/ Chiacchiere da bar

Libri da tenere sul bancone: the Savoy cocktail book, clicca e scarica la versione PDF.

Libri da tenere sul bancone: the Savoy cocktail book, clicca e scarica la versione PDF.

La storia dei cocktail nell’era del proibizionismo americano.

A seguito della ripresa economica degli Stati Uniti dopo la Prima Guerra Mondiale vi fu un periodo di crisi sociale che portò all’emissione del diciottesimo emendamento che vietava la commercializzazione e l’uso degli alcolici in misura superiore allo 0,5% di alcol per volumi.

I cocktail nati sotto il proibizionismo

Nacque così l’era del proibizionismo americano, 14 lunghi anni in cui l’alcol poteva essere consumato solo in maniera illegale in locali chiamati Speakeasy. In questo periodo storico, nonostante le restrizioni, nacquero alcuni tra i più importanti cocktail che ancora oggi popolano i migliori lounge bar di tutto il mondo.

Il libro sui top drink di Craddock

Proprio durante il proibizionismo americano, tra il 1920 e il 1933, l’inglese Harry Craddock scrisse The Savoy Cocktail Book, un vero e proprio omaggio ai top drink che vennero inventati in quegli anni in America.

Craddock, imparò tutti i segreti della mixology americana, all’inizio del proibizionismo tornò in Inghilterra e scrisse di quanto aveva imparato negli anni passati oltreoceano. Il titolo del libro è dedicato al posto in cui lui stesso lavorava, il Savoy Hotel.

Qui continua la grande tradizione miscelatoria inaugurata dalla sua predecessora Ada Coleman, primo capo barman dell’American Bar.

Di Craddock si ricorda The Savoy Cocktail Book, ricettario di riferimento per la miscelazione classica, che oltre ai cocktail originali accoglie un’ampia sezione dedicata ai vini.

Craddock, dopo il Savoy, passò al Dorchester in Park Lane e concluse la sua esperienza lavorativa al Brown’s Hotel di Mayfair. Fondamentale il suo contributo per la nascita e crescita della United Kingdom Bartenders’ Guild, tra le sette associazioni nazionali che diedero vita alla International Bartender’s Association.

Nel libro ci sono oltre 750 ricette di cocktail nati in America negli anni in cui i drink erano proibiti.

Un libro avvolto da un fascino misterioso, una guida spirituale che non potrà di certo mancare nella libreria di ogni bartender contemporaneo!

Clicca QUI e scarica  la versione PDF; oppure QUI il link per l'acquisto.

Buona lettura!

fibsardegna
Logo federazione italiana barman

Iscriviti alla nostra Newsletter.

+ Per rimanere sempre in contatto con noi.
+ Per restare informato sulle ultime novità dal mondo del bar.
+ Per partecipare alle nostre attività di formazione professionale.
+ Per ricevere le offerte di lavoro dal mondo dell’ospitalità.

Iscriviti ora

Ultime chiacchiere...

December 2021
Estratti e centrifughe: differenze tra le due preparazioni.

Spesso confuse per la stessa bevanda o scelte solo in base al gusto, non riusciamo mai davvero a comprendere le differenze tra una centrifuga e un estratto. Scopriamo come si preparano, come si differenziano e se siano da preferire rispetto alla frutta fresca gustata in purezza.

December 2021
Le 6 cose che non sappiamo o pensiamo di sapere sul decaffeinato

Ci sono ancora molte cose che non sappiamo di questo prodotto, alcuni miti da sfatare ed errate credenze e convinzioni.

December 2021
Come si serve il sake? Prima parte.
Categorie
Non solo cocktail
Appunti e curiosità
Trova lavoro