/ Chiacchiere da bar

Alle origini del Pisco.

Alle origini del Pisco.

Pisco è un fiume, che dà anche il nome alla cittadina costiera situata vicino ad Ica e Nazca, aree vocate alla produzione dove si hanno le prime testimonianze del distillato. Da qui l’acquavite veniva imbarcata per l’importante porto di Lima, capitale del Perù.

La vite, fornitrice della materia prima, arrivò in questo stato intorno al 1550, mentre il primo vino fu prodotto cinque anni dopo nei tenimenti di Bartolomè Terrazas.
Il primo scritto ufficiale che attesta l’esistenza del distillato è il testamento di Pedro Manuel, un cittadino d’Ica, datato 1613 che lascia in eredità una partita di Pisco e relativi alambicchi per produrlo. I documenti successivi sono datati 1630 e testimoniano l’inizio di una produzione massiccia nell’area.
Gli alambicchi per produrre Pisco arrivarono sicuramente dalla Spagna, al seguito dei Conquistadores o delle prime missioni cristiane in loco, e sono quasi sicuramente discontinui in rame. Nel proseguo della storia, a causa dell’estrema povertà dell’area, spesso la caldaia sarà in muratura con il solo elmo in rame.


La produzione di Pisco è di dimensione familiare come s’intuisce dal lascito del defunto e mantiene queste caratteristiche per anni, fino al XVIII secolo, dove si ebbe un aumento della produzione, per via del successo che l’acquavite iniziò a riscuotere, sopratutto in America. In tutto questo non dobbiamo dimenticare il contributo fondamentale dato dagli italiani immigrati in Perù alla diffusione della coltivazione della vite e del sapere della distillazione. A dimostrazione di ciò, una varietà di vite “pisquera” è detta appunto l’Uva Italia, mentre il metodo di distillazione con un unico passaggio, metodologia del taglio di teste e code è del tutto simile alla produzione della nostra grappa a livello famigliare.

Il Pisco si fa vanto di non aggiungere acqua al distillato prima dell’imbottigliamento, ma questo è proprio da sempre anche delle produzioni artigianali della nostra grappa dove il taglio delle code avviene a gradazioni piuttosto basse.

Il Pisco in Miscelazione

PISCO SOUR (ALL DAY)

INGREDIENTS

60 ml Pisco
30 ml Fresh Lemon Juice 20 ml Simple Syrup
1 Raw Egg White

METHOD

Add all ingredients into a shaker with ice. Shake and strain into a chilled goblet glass.

Logo federazione italiana barman

Iscriviti alla nostra Newsletter.

+ Per rimanere sempre in contatto con noi.
+ Per restare informato sulle ultime novità dal mondo del bar.
+ Per partecipare alle nostre attività di formazione professionale.
+ Per ricevere le offerte di lavoro dal mondo dell’ospitalità.

Iscriviti ora

Ultime chiacchiere...

December 2021
Estratti e centrifughe: differenze tra le due preparazioni.

Spesso confuse per la stessa bevanda o scelte solo in base al gusto, non riusciamo mai davvero a comprendere le differenze tra una centrifuga e un estratto. Scopriamo come si preparano, come si differenziano e se siano da preferire rispetto alla frutta fresca gustata in purezza.

December 2021
Le 6 cose che non sappiamo o pensiamo di sapere sul decaffeinato

Ci sono ancora molte cose che non sappiamo di questo prodotto, alcuni miti da sfatare ed errate credenze e convinzioni.

December 2021
Come si serve il sake? Prima parte.
Categorie
Non solo cocktail
Appunti e curiosità
Trova lavoro